CHI SIAMO

Contatti: info.decidiamonoi@gmail.com

https://www.facebook.com/DecidiamoNoiComitato/

Una piazza allestita con un gazebo e qualche sedia, una cassa, un microfono ed  alcuni articoli di giornale fotocopiati e distribuiti dagli attivisti delle varie associazioni e comitati. Questo vuole essere il Coordinamento Territoriale #DecidiamoNoi. La piazza che ridiventa per qualche ora un luogo di incontro e di scambio di opinioni, una scuola di impegno civico dove si realizzano momenti di autoformazione e si inventano nuove forme della politica e pratiche di democrazia diretta. Ognuno dice la sua, mette in comune le sue conoscenze, rendendole patrimonio collettivo al fine di risolvere problemi importanti e condivisi dagli abitanti del quartiere, della città, dell’area urbana.

Semplici cittadini, abitanti dei quartieri, attivisti delle associazioni e dei comitati. Il Coordinamento #DecidiamoNoi prova a trasformare i luoghi cittadini in spazi autonomi e momentaneamente liberati dove non sono ben accette le schermaglie dal sapore “elettoralistico” ma solo le braccia, i corpi e le idee di chi vuole cooperare per trovare una soluzione collettiva ai problemi comuni.

Il Coordinamento #DecidiamoNoi è un contenitore che prova a mettere insieme Associazioni, Movimenti , Comitati e Singolarità del Territorio, perchè siamo consapevoli che la rivendicazione di un diritto non è separabile da un processo costituente o quanto meno trasformatore del soggetto che lo rivendica! Il sistema ci vuole divisi per meglio governarci dall’alto…. ed allora uniamoci per autogovernarci dal basso.

Coordinamento Territoriale #DecidiamoNoi

Decidiamo cosa? Decidiamo su cosa? Come decidiamo? In primo luogo, decidiamo di decidere, cioè di partecipare e cercare di far prevalere il buon senso della pluralità delle voci – dal basso, degli abitanti, nostre – alienate dalla politica dei palazzi e dai luoghi dove si decide, dai politicanti che se ne ricordano, di quelle voci, solo in termini e nel tempo dei consensi elettorali.

In secondo luogo, decidiamo di decidere su cosa decidere, cioè decidiamo di portarci ad un profilo dal quale siamo capaci di decidere le priorità e gli obiettivi in comune, con la finalità, in generale, di salvaguardare la (nostra) vita sui territori, renderla degna di essere vissuta collettivamente, e non costantemente avvelenata, in fuga, impaurita e molecolarizzata.

Il ‘noi’ espresso dal coordinamento è un tutt’uno con il verbo ‘decidiamo’: cioè, non decide nessun altro sulle nostre vite che noi, né voi, né loro, o egli, né tu, né io… ma noi. Pertanto, più questo noi è esteso alla moltitudine e alla molteplicità delle forme della vita, più il coordinamento riesce a essere soggetto di organizzazione politica di tante voci singole e collettive, generalmente escluse nella politica della delega, la politica dei voi, del sistema feudale-capitalistico, dei loro, dei lorsignori

Lavoriamo insieme a tessere una rete tra le singolarità, le associazioni, i comitati ed i movimenti, quella rete che hanno scientificamente distrutto per impedire una partecipazione reale da parte di tutti e tutte alle scelte che riguardano la possibilità stessa di una vita degna di essere vissuta.